Lavaggio dei fumi

La raffinazione non solo lascia particelle di metallo nelle acque ma anche delle polveri e si sprigionano anche vapori tossici (dall’acido nitrico, acido cloridrico) da trattare prima di riutilizzare o rilasciare in atmosfera.
È per questo che gli impianti orafi sono dotati di sistemi di captazione dei fumi e, conseguentemente, di torri di abbattimento dei gas tossico-nocivi.  In funzione della portata di aspirazione di questi è dimensionato l’impianto di trattamento dei fumi, costituito da una torre o scrubber di lavaggio, nei quali, si effettua un processo di neutralizzazione con lavaggio in controcorrente mediante spruzzata e ricircolo di una soluzione alcalina. Per questa funzione si impiegano preferibilmente delle pompe ad asse verticale, con pescante immerso nella vasca di base della torre di lavaggio o delle pompe centrifughe orizzontali applicate all’esterno della torre.

I prodotti Lavaggio dei fumi